Sentiero degli Olivi

Una passeggiata sui sentieri selvaggi tra Lecco e Bellagio

In un versante scosceso che a tratti si immerge direttamente nell’acqua del Lago di Como, troviamo diversi sentieri che coprono tutta la costa di Oliveto Lario. Tra pareti verticali a grotte calcaree, il panorama è a tratti aspro e a tratti selvaggio. Partendo dall’acqua, gli olivi lasciano il posto a boschi di castagni, noccioli, antichi carpini e querce, alcuni di dimensioni impressionanti. A tratti si trovano prati a pascolo, ma la natura è padrona di queste terre, e negli ultimi anni la vista ha assunto la forma di un bosco fitto e resistente. Gli abitanti del bosco qui non sono abituati ad incontrare l’uomo.

Partendo da Onno è possibile raggiungere la località La Madonnina, seguendo il sentiero n.1, il quale è particolarmente panoramico, affacciato sul Lago di Como e sulle Grigne. Non è particolarmente lungo, ma alcuni tratti sono scoscesi e attrezzati con catene. Una passeggiata più rilassante senza tecnicismi d’alpinismo è invece quella che vi porta a Crezzo, seguendo il sentiero n. 3 che percorre un’antica mulattiera e attraversando il bosco di castagni, quali assumono colori incredibili nella stagione autunnale.

Partendo dalla località Vassena, si può raggiungere Magreglio, ai piedi nel Monte San Primo, risalendo il sentiero n. 14, anch’esso basato sul tracciato di un’antica mulattiera. Per i più allenati si può raggiungere Civenna, ma l’itinerario considera un lungo tratto a gradini.

Piacevole è partire invece da Limonta, località sempre illuminata dal sole sulle rive del Lago di Como. Da qui si raggiungono Civenna e Guello, località a pochi chilometri da Bellagio, risalendo i pendii a tratti boscosi e a tratti a olivi e frutteti.

Ogni escursione deve però essere effettuata con l’opportuno equipaggiamento e sempre nel rispetto dell’ambiente che ci ospita.

Sentiero degli Olivi

Altri Suggerimenti

Ti Piace? Scopri Tutto!

X